Divisione Ortopedia

Le ortesi per gli arti superiori

Le ortesi per arto superiore sono dispositivi esoscheletrici applicati esternamente a segmenti del corpo per il loro recupero funzionale.
Le loro funzioni possono essere molteplici: immobilizzazione e sostegno; trazione per prevenire o correggere deformità; blocco di un segmento; vicariamento di funzioni motorie assenti; controllo direzionale del movimento.
In base alle caratteristiche strutturali delle ortesi e alle loro funzioni, possiamo distinguerne quattro tipi: ortesi statiche o di postura; ortesi statiche o di postura seriali; ortesi funzionali o terapeutiche; ortesi dinamiche. Inoltre, in base al tempo di applicazione, possiamo ulteriormente dividerle tra ortesi temporali e ortesi definitive.

* Le ortesi statiche di postura vengono costruite con materiale rigido e possono avere un duplice scopo: l’immobilizzazione, per favorire la guarigione, per prevenire o correggere viziature da paralisi ed inibire la spasticità; oppure facilitare l’immobilizzazione favorendo un movimento e limitandone uno ad esso antagonista.
* Le ortesi statiche seriali sono costruite con materiali modellabili in diverse fasi e consentono di mantenere in allungamento, per tempi prolungati, le parti molli interessate da una perdita di estensibilità.
* Le ortesi funzionali assistono l’esecuzione del movimento stabilizzando e sostenendo uno o più segmenti articolari e scheletrici. Sia che esse blocchino oppure permettano il movimento, hanno lo scopo di migliorare la funzione.
* Le ortesi dinamiche forniscono contemporaneamente un supporto statico e un supporto mobile. Il supporto statico posiziona l’articolazione in maniera corretta limitando un movimento indesiderato. Il supporto mobile applica una forza esterna al segmento articolare al fine di favorire l’escursione articolare e la direzione del movimento in senso opposto.

REHA GROUP DIVISIONE ORTOPEDIA
© 2016 REHA GROUP ROMA - All right reserved     concept&web design_p'artners
Facebook Twitter