Divisione Ortopedia

Ernia del disco

Approfondimento

Ernia del disco Ernia del disco

L'ernia del disco è la rottura di un disco intervertebrale. Posti tra una vertebra e l'altra, i dischi funzionano come degli "ammortizzatori" della colonna vertebrale. Ogni disco è costituito da un anello fibroso esterno di cartilagine e da una parte interna, gelatinosa, chiamata nucleo polposo, costituita prevalentemente di acqua. Quando l'anello esterno perde di consistenza o si rompe, parte del nucleo si fa strada tra una vertebra e l'altra con comparsa dell'ernia, che dunque è in realtà un'ernia del nucleo polposo. Tutti i dischi intervertebrali possono rompersi, ma di solito la rottura interessa i dischi posti nel tratto lombosacrale della colonna vertebrale e, meno frequentemente, quelli del collo.

Il sintomo principale della rottura di un disco intervertebrale è il dolore localizzato nel punto della colonna vertebrale interessato. Più spesso sono coinvolte le vertebre lombari e pertanto si avrà la comparsa di un mal di schiena (lombalgia). Il dolore può insorgere acutamente, in seguito ad uno sforzo anche lieve, come nel classico "colpo della strega", oppure manifestarsi progressivamente: all'inizio è soltanto un lieve fastidio alla schiena, per diventare nelle ore o nei giorni successivi sempre più forte e insopportabile, fino a impedire le normali attività quotidiane (alzarsi dal letto, lavarsi, sedersi, divertirsi). È bene precisare che l'ernia del disco non è l'unica causa possibile di lombalgia, che anzi è più frequentemente determinata da condizioni patologiche meno gravi (artrosi, posture scorrette o eccessivo carico di lavoro per la colonna vertebrale). Quando però il dolore interessa anche i glutei e gli arti inferiori, con possibili difficoltà di movimento e sensazioni di formicolio alle gambe, si parla di lombosciatalgia, comunemente detta sciatica. In questo caso è molto probabile che la sintomatologia sia dovuta ad un'ernia del disco che irrita o schiaccia del tutto il tratto iniziale (le radici) del nervo sciatico, un lunghissimo nervo che origina proprio in corrispondenza delle vertebre lombari e termina nel piede.

La rottura del disco è in genere dovuta ad una progressiva degenerazione del suo anello esterno cartilagineo; l'anello tende naturalmente a perdere elasticità già dai 20 anni, ma in alcuni soggetti, probabilmente per una predisposizione individuale, tale processo degenerativo è più rapido e accentuato e determina precocemente disturbi più o meno gravi. L'ernia del disco è una malattia tipica dei giovani adulti, tra i 30 ed i 40 anni di età, in alcuni casi impegnati in attività professionali o sportive che comportano un lavoro notevole per la colonna vertebrale. Meno frequente è la rottura traumatica del disco (per esempio, incidenti durante attività sportiva, incidenti stradali, cadute).

Richiesta Informazioni
REHA GROUP DIVISIONE ORTOPEDIA
© 2016 REHA GROUP ROMA - All right reserved     concept&web design_p'artners
Facebook Twitter