Divisione Ortopedia

Scoliosi

Approfondimento e consigli

Ernia del disco

Sfortunatamente la scoliosi è una patologia che, a differenza di altre, non può essere prevenuta. È però auspicabile una diagnosi precoce che farà salire la percentuale di successo della terapia. Si è portati a pensare che determinati sport possano guarire questa patologia ma, purtroppo, le cose non stanno così. È vero invece che un determinato tipo di ginnastica, contribuendo a rinforzare la muscolatura della schiena, può essere di valido aiuto nella cura della scoliosi.

trattamento

Il trattamento della scoliosi è correlato ai suoi valori angolari:
- Il trattamento della scoliosi compresa tra 10° e 20° consiste nell’osservazione attenta (clinica e radiografica) e nella istituzione di un programma di esercizi di ginnastica e/o nella pratica di una attività sportiva (meglio astenersi dal praticare le attività sportive che esaltano la flessibilità come la ginnastica artistica e ritmica, la danza classica e il nuoto ecc., e meglio praticare sport in carico - come la corsa - che possono essere benefici, soprattutto in caso di atteggiamento scoliotico). Molti casi non necessitano di altro che di questo ed arrivano alla maturità scheletrica senza variazioni angolari sostanziali dall’epoca della prima osservazione.
- I casi che mostrano una evoluzione oltre i 20° e sotto i 35°- 40°, in epoca pre-puberale, necessitano di un trattamento con busti (corsetti) ortopedici. I casi che continuano a progredire nel peggioramento, anche utilizzando un corsetto correttivo, o che sono rigidi ai test di deflessione sin dall’inizio, rispondono ad un preventivo trattamento con gessi correttivi che ottengono una correzione pro-gressiva, che viene poi mantenuta con un corsetto chiamato Lionese prototipo di tutti i corsetti che agiscono passivamente, mediante spinte statiche, che riproduco l’azione del gesso. I risultati estetici sono eccellenti, così come l’arresto del peggioramento angolare.
- Oltre i valori angolari di 35° e 40°, sia all’inizio del trattamento, che in caso di insuccesso del trattamento con gessi e corsetti, è indicato ricorrere al trattamento chirurgico della deformità, che consiste modernamente nella correzione della curva mediante l’utilizzazione di barre metalliche, uncini o viti inserite nelle vertebre (strumentario introdotto da Cotrel e Duboussett nel 1985)

le ortesi consigliate
Corsetto Cheneau
Corsetto Lionese
Corsetto Milwaukee

Richiesta Informazioni
REHA GROUP DIVISIONE ORTOPEDIA
© 2016 REHA GROUP ROMA - All right reserved     concept&web design_p'artners
Facebook Twitter